twitter linked

Promuovere la cultura e l'eccellenza nel
Service Management tramite ricerca,
networking e trasferimento di soluzioni

Eventi

« Torna indietro


LE COMPETENZE PER LA DIGITAL SERVITIZATION

Presentazione risultati dell’indagine

27 Febbraio 2019, ore 14:00

presso Collegio Universitario “Luigi Lucchini”

Via Valotti 3C-D (BRESCIA)

Le nuove tecnologie costituiscono spinte eccezionali all’innovazione dell’offerta e dei modelli di business. Ad esempio, sempre più aziende oggi utilizzano queste tecnologie per passare dalla vendita di un prodotto (o servizio) all’offerta di soluzioni orientate a soddisfare i bisogni dei clienti. Questa trasformazione, nota ai più come digital servitization, crea però una forte discontinuità nel fabbisogno di competenze che non pare essere ancora del tutto compresa. Al fine di supportare le aziende in questa comprensione, l’evento proverà quindi a dare risposta ad alcune domande chiave:

  • Quali sono le competenze per la trasformazione digitale delle imprese? Quali i nuovi ruoli?
  • Come cambiano le esigenze del Service department? Quali sono le principali sfide?
  • Come cambiano i modelli di reclutamento e formazione? Come rendere efficace la riqualificazione del personale esperto?

 

Durante l’evento saranno presentati i risultati del tavolo di lavoro ASAP che ha visti coinvolti oltre 40 tra CEO, direttori service ed HR manager. Saranno inoltre illustrate e discusse le principali evidenze di una più ampia indagine che conta già oltre 100 risposte (https://it.surveymonkey.com/r/asapcompetenzedigitali).

 

Tramite la discussione di questi risultati e la presentazione di esperienze aziendali concrete, i partecipanti riceveranno elementi utili a progettare e realizzare la trasformazione delle risorse verso la digital servitization.

Info utili

Per maggior informazioni: t.paschou@unibs.it


Locandina


Agenda

14.00

Welcome coffee e registrazione

14.30

Introduzione ai lavori – Nicola Saccani, Università di BresciaASAP Service Management Forum

14.45

Trasformazioni e competenze: il Focus Group ASAP – Federico Adrodegari, Università di Brescia

15.00

Presentazione risultati dell’indagine ASAP – Theoni Paschou, Università di Brescia

15.30

Field service techs: highly skilled professional or gig-economy freelance?Mark Homer, Vice President Global Customer Transformation. ServiceMax

15.45

Trovare e sviluppare le nuove competenze. Le esperienze di:

  • Antonio Caizzi, Director Technical Support Service – IBM Italia
  • Gianfranco De Feo, Senior Advisor – Pietro Fiorentini
  • Umberto Frigelli, Coordinatore Nazionale Centro Ricerche AIDP
  • Paola Liberace, Responsabile Vetrya Academy – Vetrya

Modera, Mario Rapaccini, Università di Firenze

17.00

Conclusioni e chiusura lavori – Mario Rapaccini, Università di Firenze | ASAP Service Management Forum

Segue cocktail e networking

Iscriviti ora!



Relatori

Paola Liberace è responsabile della Vetrya Academy presso il gruppo Vetrya. Nata nel 1975, allieva della Scuola Normale Superiore di Pisa, ha conseguito un dottorato in Scienze della Comunicazione presso l’università “La Sapienza” di Roma. Ha lavorato per FullSix e Telecom Italia, rivestendo ruoli di responsabilità crescente nell’ambito multimediale e delle ricerche di mercato. Ha collaborato con Mediaset, con Il Sole 24 Ore e con diverse testate giornalistiche tradizionali (Libero, Il Tempo, Il Foglio) e online, pubblicando due saggi e centinaia di articoli sui temi della comunicazione e del digitale. Ha insegnato in numerosi corsi di formazione professionale, aziendale e accademica, tra cui il master MUMM della Facoltà di Economia dell’Università “La Sapienza” di Roma, il master MAINS della Scuola Superiore S. Anna e il Master in Media Entertainment dell’università Link Campus di Roma. Nel 2013 è stata selezionata come uno dei 50 Young Leaders del Consiglio per le Relazioni tra Italia e USA.

In più di trenta anni all’interno del gruppo Pietro Fiorentini, Gianfranco De Feo ha gestito quasi interamente il processo di internazionalizzazione dell’azienda che oggi conta più di trenta operations nel mondo ed è presente in circa 80 paesi. Nel suo percorso ha avuto modo di contribuire alle scelte evolutive di Pietro Fiorentini, sia quelle di nuovi prodotti e servizi sia quelle organizzative che vedono nella trasformazione Lean il pilastro centrale degli ultimi 18 anni. Tra le esperienze più significative si segnalano la creazione delle società operative in Cina, Ungheria, Polonia, Germania, Portogallo. Gianfranco ha ricoperto vari ruoli: oltre ad avere ricoperto il ruolo di Direttore Marketing e Vendite, è stato al vertice delle società negli USA, Portogallo e Cina. Oggi è vice presidente esecutivo di Shanghai Fiorentini (società con circa 500 dipendenti, > 100 mil Euro fatturato, leader di mercato in Cina) e Senior Advisor di Pietro Fiorentini.

Umberto Frigelli, laureatosi in Psicologia presso l’Università di Padova, si è formato in ARIELE (Associazione Italiana di Psico-socioanalisi), di cui è stato Segretario. Ha iniziato ad operare nella formazione con l’Ente Nazionale Istruzione Professionale, per poi passare al Servizio Formazione della Direzione Centrale del Personale del Gruppo Rinascente. Entrato in consulenza, è stato prima consulente senior del Gruppo Poliedros, e successivamente esperto di Organizational Development e Management Development per Mac Group- Gemini Consulting. Ha ricoperto gli incarichi di Organizational Effectiveness Practice Leader per l’Italia in Hewitt Associates e di Direttore Divisione Industry in RSO. Ha operato in molteplici contesti organizzativi occupandosi di valutazione del personale, formazione manageriale, progetti di sviluppo organizzativo e di change management e consulenza direzionale. Oggi è consulente di Direzione Aziendale, Partner di Mading e Professore a contratto presso la Facoltà di Psicologia della Università Cattolica di Milano, dove è anche membro del Consiglio Direttivo del Master “Gestione e sviluppo delle persone nelle organizzazioni”. È, inoltre, Consigliere Nazionale di AIDP (Associazione Italiana per la Direzione del Personale), per cui coordina il Centro Ricerche Nazionale.